CORPORATE IMAGE 

CONSULTING

LONDRA MILANO ROMA FIRENZE

ENGLISH      ITALIANO

SEMINARI - WORKSHOP - PROGRAMMI INDIVIDUALI

L’immagine professionale individuale

Una persona che detiene una posizione professionale di rilievo deve saper coniugare stile, comunicazione, autorevolezza, atteggiamento distintivo. Deve creare un impatto positivo e memorabile in differenti situazioni di lavoro e mostrare la propria competenza nella migliore veste possibile.

L’ immagine, lo stile personale, il modo in cui ci si presenta sono abilità trasversali strategiche ed intangibili che denotano intelligenza, competenza e stima di sé e influenzano l’opinione che gli altri hanno di noi.

Molti uomini e donne altamente qualificati si lasciano sfuggire ottime opportunità di carriera perché non hanno un’ immagine che riflette le loro competenze o adeguata al ruolo professionale cui ambiscono.

Un’immagine appropriata ed un aspetto curato trasmettono il messaggio che sei una persona organizzata, affidabile, credibile e competente e dimostra che hai una marcia in più.

Avere successo nel lavoro dipende dall'essere consapevoli di come si appare, dal saper curare ogni particolare del proprio aspetto.

L’immagine aziendale  

Molte aziende investono grandi quantità di denaro sullo sviluppo dell’immagine e promozione dei propri servizi e prodotti. Le aziende affermate e di successo fanno di più: investono anche sull’immagine di una delle loro principali risorse: i dipendenti, che sono infatti i primi testimonial di un’impresa.

Ti sei mai chiesto se l’immagine dei dipendenti riflette adeguatamente l’immagine della tua azienda? I tuoi dipendenti sono consapevoli di rappresentare l’immagine dell’azienda?
Il loro modo di apparire influisce sull'identità del marchio aziendale e sulla percezione che i clienti, il settore, il mercato internazionale ed anche i potenziali dipendenti hanno della stessa azienda.

Che si tratti di una grande azienda o di una piccola società, l’immagine aziendale va oltre il logo, il sito internet o il posizionamento sul mercato.  Il modo in cui i tuoi dipendenti si presentano condiziona non solo la percezione che si ha delle loro competenze e della loro professionalità e creatività, ma condiziona sopratutto la percezione che si ha della tua azienda.
RFCI propone seminari e workshop che aiutano a definire l’identità di grandi, medie e piccole aziende in base alle specifiche esigenze e al codice di abbigliamento esistente.

RFCI offre una valutazione approfondita dell’attuale immagine della tua azienda e stabilisce se è conforme e rispecchia il brand. Ti guida nell’identificare e risolvere eventuali incongruenze. Crea un’immagine coerente ed uniforme che rappresenti adeguatamente il tuo brand, i tuoi prodotti e i tuoi clienti.

I programmi formativi e motivazionali RFCI si basano su studi e tecniche comprovate ed insegnano ai partecipanti ad esprimersi utilizzando la propria immagine professionale come strumento di comunicazione, ad apparire competenti, attendibili o anche informali a seconda dei contesti lavorativi; a sviluppare strategicamente, ma in modo autentico il proprio personal brand.

I Seminari e Workshop possono avere una durata variabile, da 2 ore a 5 giorni. Puoi scegliere all'interno di una gamma di argomenti, quelli che affrontano problematiche relative all'immagine più rilevanti per la tua azienda e i tuoi dipendenti.

L' argomento Immagine è molto appassionante e può essere una pausa molto gradita durante un corso, o una conferenza impegnativa. I programmi RFCI si possono tenere, sia in sede che in una location comoda per tutti, durante la settimana o anche in prima serata. Le aziende ottengono i risultati migliori integrando programmi di sviluppo personale con i Workshop o i programmi di coaching RFCI.

Sono presentazioni ad alto impatto visivo che richiedono la partecipazione dell’audience. Diapositive e altri materiali audiovisivi integrano i contenuti. I dipendenti della tua azienda andranno via con una guida completa che permetterà loro di acquisire, mantenere e presentare uno stile professionale conforme e personalizzato, coerente con le linee guida della tua azienda.

  • Seminari in azienda
  • Sessioni break durante training professionali
  • Seminari pre o post conferenze
  • Conferenze, convention, raduni, discorsi introduttivi
  • Consulenze individuali private ad eventi
  • Meeting di associazioni professionali e incontri annuali
  • Formazione e training individuali in diverse sedi: aziende, convention, uffici di direzione
Ad un passante che incontri per strada è sufficiente una rapida occhiata per giudicarti, forse tre secondi. In questo breve lasso di tempo, nell’altra persona si forma la prima impressione:  un’immagine mentale di te basata sul linguaggio del tuo corpo, sul tuo atteggiamento, sui tuoi gesti e sul tuo modo di vestire. La prima impressione è influenzata sopratutto dall’apparenza ed è impossibile da cancellare o dimenticare. Genera nelle nostre menti un'immagine dell’ interlocutore che persiste e condiziona i rapporti che seguono.

Una fotografia mentale—una scansione dalla testa ai piedi, che si sviluppa istantaneamente e non svanisce mai del tutto. Spesso, quell’istantanea è veritiera e cattura degli elementi importanti e reali. Nel giro di secondi, traiamo delle conclusioni inconsce riguardo a qualcuno che incontriamo per la prima volta. Le informazioni vengono catturate in un lampo da tutti i nostri sensi.

Immagina il momento in cui incontri qualcuno per la prima volta: durante le presentazioni, i tuoi occhi ricevono una moltitudine di segnali relativi al suo aspetto, c’è il contatto fisico con una stretta di mano, e riesci perfino a percepire il suo“odore”. Prima ancora di aver finito di pronunciare il tuo nome, hai già sviluppato una precisa opinione dell’altra persona.

30 secondi. Tutto il tempo che hai per fare una buona impressione. Studi dimostrano che possono essere necessari anche 21 incontri consecutivi affinché una persona possa cambiare opinione dopo una cattiva prima impressione. “La prima impressione è quella che conta”, sfruttala a tuo vantaggio!

  • La migliore impressione  che puoi fare è la prima impressione
  • Basi per fare un’ottima prima impressione, memorabile
  • Effetto e potere della prima impressione
  • Rendi la prima impressione la migliore possibile
  • Le prime impressioni sono indelebili
  • Influenza la percezione che altre persone hanno di te
  • Decisioni che prendiamo in base alla prima impressione
  • Prima impressione positiva e d’impatto che sfrutta ed enfatizza i punti di forza
Nell'ambito professionale vestirsi in modo adeguato e avere il look giusto è di fondamentale importanza. La tua immagine non si limita all'estetica, ma è anche linguaggio non verbale, comunicazione subliminale. Il modo in cui ti presenti parla di te, delle tue competenze personali, della tua azienda.

Se vuoi che la tua azienda sia competitiva, devi assicurarti che i tuoi dipendenti abbiano un'immagine pubblica sempre coerente e conforme al settore. Essere aggiornati sugli standard di abbigliamento professionale, consente di guadagnare rispettabilità. Se la tua azienda è aggiornata sull’immagine, lo sarà anche su competenze del settore professionale.

Se indossi un capo d'abbigliamento eccentrico e appariscente, se la sciarpa o la cravatta svolazza al vento, se gli orecchini oscillano tanto o fanno rumore e la collana o il fermacravatta urtano il microfono, il pubblico verrà distratto e non si concentrerà su ciò di cui stai parlando. Se il tuo abbigliamento ruba l'attenzione, così come i tuoi gesti, il tuo discorso cadrà in secondo piano e perderà efficacia. Con il look giusto, trasmetterai sicurezza, attendibilità e rigore professionale ai tuoi colleghi, superiori e potenziali clienti.

RFCI ti mostra come attraverso la scelta dell' abbigliamento professionale idoneo si possa istituire l’immagine aziendale rispettando le individuali preferenze di stile. RFCI ti aiuta a creare l'immagine di successo offrendo informazioni complete ed aggiornate sull'abbigliamento professionale.

  • Consulenza completa sui diversi stili, tessuti e stampe dell'abito da lavoro
  • Stili e modelli di camicie e colletti
  • Quali cravatte sono più adatte al tuo look professionale e al dress code della tua azienda
  • Come abbinare colori e stampe all'interno del tuo guardaroba
  • Focus sulla vestibilità
  • Colori e modelli per un aspetto autorevole, competente o informale in differenti contesti lavorativi
  • Scopri la comunicazione subliminale dei colori nel tuo look ed usala a tuo vantaggio
  • Come vestirsi in modo professionale e versatile in una routine di riunioni, presentazioni, colloqui, eventi
  • Look, Accessori e tocco finale. Cosa aggiungere, cosa eliminare.
  • Come la scelta degli accessori può creare l'effetto finale
  • I principali Sì e No dell'abbigliamento professionale
  • Le occasioni che richiedono la giacca
  • Lista della routine quotidiana da osservare sul look, linee guida per il tocco finale
  • Come avere abitudini costanti e mantenere un'aspetto sempre professionale
  • Come creare e sviluppare un guardaroba professionale versatile ed appropriato
  • Pianificazione del budget per un guardaroba a "prova di ufficio"
  • Acquisire familiarità e destrezza con il codice d'abbigliamento aziendale e il suo significato
  • Vesti per il lavoro che desideri, non per quello che svolgi
  • Presentare un' immagine che conquisti la fiducia dell'interlocutore
  • Business Look e comunicazione. La tua personalità
  • Come avere un'immagine che mantiene ciò che promette
  • Look. Interpretazione dei simboli e dei messaggi
  • Acquisire fiducia in se stessi  attraverso un aspetto curato
  • Tecniche comprovate per allineare i tuoi punti di forza con il tuo messaggio visivo
  • Come rendere visibili le tue qualità per contraddistinguerti al lavoro
  • Come creare un'immagine distintiva che "conclude affari"
  • Trasmettere la tua personalità attraverso l’aspetto
  • La personalità va indossata
  • Creare un buon impatto attraverso la comunicazione visiva
  • Comprendere la cultura della tua azienda
  • Riflettere le tradizioni migliori della tua azienda attraverso l'immagine
  • Come integrare l'identità aziendale con lo stile professionale individuale
  • Stile aziendale e preferenze individuali
  • Rappresenta la tua azienda in modo adeguato
  • Appropriato abbigliamento professionale del tuo settore. Definisci il tuo stile personale
  • Il look professionale giusto per conformarsi e distinguersi
Spesso non ci si veste in modo idoneo al proprio ambiente di lavoro e il “Casual friday” diventa il “Casual ogni giorno”. Sebbene lo stile “business casual” abbia riscosso molto successo negli ultimi dieci anni, studi dimostrano che questo stile può compromettere il successo di un'azienda, perché fa calare il rendimento e induce ad assumere un atteggiamento poco serio nei confronti del proprio lavoro.

Negli odierni ambienti di lavoro più informali, lo stile casual è ammesso come stile di abbigliamento professionale. Ma cosa si intende esattamente per “abbigliamento casual”? Quando il casual è troppo casual? In che modo lo stile casual incide sulla professionalità?

RFCI ti aiuta a capire in che modo, istituendo lo stile business casual all'interno di un'azienda, si possa vestire in modo informale senza compromettere la professionalità e la credibilità. Nel corso del programma sul Business Casual vengono utilizzati efficaci supporti visivi, creati per insegnarti ad applicare le linee guida sull'abbigliamento business casual del tuo guardaroba. Apprenderai i principi del business casual, i “4 gradi di abbigliamento” e il continuum strategico delle regole sul look professionale.

Dal casual quotidiano al classico abito formale per i meeting, imparerai lo stile giusto per differenti occasioni di lavoro o per specifici target; come vestirti in stile casual nei contesti professionali attuali meno formali per apparire competente, credibile e affidabile e come sentirti a tuo agio nel rispetto della tua individualità ed integrità.

Il programma sul Business Casual, offre lo studio dettagliato dei codici di abbigliamento relativi al Business Casual della tua azienda. Se il Business Casual viene istituito con linee guida specifiche da osservare, può essere una prassi apprezzabile per la tua azienda.

  • Business Casual appropriato. Avere un aspetto professionale nei giorni lavorativi meno formali
  • Il look giusto per ogni occasione, audience, interlocutore, settore professionale
  • Il look giusto per qualsiasi situazione di lavoro: da formale a casual
  • I tre tipi di Business Casual: classico – smart – casual
  • Tipi di Business Casual accettati dalle aziende
  • Continuum strategico delle linee guida relative al look professionale
  • Comprensione del codice di abbigliamento Business Casual
  • Adozione del “Casual Friday” dove ammesso
  • Il ruolo del manager nell'implementazione del codice di abbigliamento
  • Influenza dell'immagine del manager sui dipendenti all'interno dell'azienda
  • Corretta vestibilità, cura dell'aspetto e igiene personale
  • I "no" più assoluti dell'abbigliamento Casual
  • Regole sulla cura dell'immagine e igiene personale all'interno della tua azienda
  • Strumenti e tecniche di coaching -  Risorse disponibili
  • Linee guida per agevolare l'applicazione del codice di abbigliamento aziendale
  • Linee guida per l'abbigliamento Business Casual in ambienti di lavoro meno formali
  • Come vestirsi in modo Casual ma professionale nel rispetto della propria personalità ed integrità
  • La vera funzione del Business Casual
Prendersi cura del proprio aspetto e della propria igiene personale è un fatto essenziale nella gestione della propria Immagine. Spesso i datori di lavoro richiedono dei requisiti minimi di cura personale ai propri dipendenti e che si osservi un codice d’abbigliamento aziendale.

Tutti i dipendenti devono conoscere approfonditamente i requisiti di una meticolosa igiene e cura della persona e rispettarli. E’ pertanto necessario che essi vengano guidati ed assistiti nella comprensione degli effetti positivi di una completa cura della persona e gli effetti negativi di una scarsa cura della persona.

  • Curati e raffinati dalla testa ai piedi, capelli, pelle, unghie, igiene orale, corpo
  • Igiene- Requisiti di igiene da osservare in situazioni professionali e sociali
  • I Sì e i No delle abitudini di igiene e cura personale
  • Come presentarsi al meglio con un'immagine curata
  • Risolvere problemi di perspirazione
  • Colore dei capelli, Nail Art, Piercings, Tatuaggi. Cosa è appropriato e non appropriato.
  • Suggerimenti e tecniche - Guida pratica: cura e styling dei capelli
  • Nozioni di base sulla cura della pelle
  • Applicazione make-up
“I vestiti fanno l'uomo. La gente nuda ha poca o nessuna influenza sulla società.” Mark Twain.

Il leader per eccellenza è capace di gestire brillantemente se stesso, i suoi superiori ed i suoi subalterni. Chi vuole diventare un leader deve sempre ricordare che le persone rispettate ed ammirate hanno presenza, carisma, fascino e sopratutto emanano un'aria sicura. 
La leadership è autorevolezza,  immagine, capacità di comunicazione, carisma, attitudine e prestigio.
Questi aspetti suscitano tutti insieme un’impressione di grande effetto nel contesto professionale.

La stesso tempo che dedichi alla dialettica, agli aggiornamenti, allo studio tecnico nell’ambito del settore professionale, devi dedicare anche alla cura del tuo aspetto. Trascurare il tuo aspetto e la tua immagine, può compromettere la tua carriera professionale. La tua immagine deve riflettere il ruolo che ricopri, le tue competenze, le tue ambizioni professionali. Sei un leader al centro dell’attenzione quindi è necessario tu abbia sempre uno stile inconfondibile, impeccabile che ti permetta di distinguerti con sobrietà e di conformarti.

In questo mondo dominato dalle percezioni visive, siamo tutti influenzati da ciò che vediamo quindi il nostro aspetto deve rispecchiare la nostra personalità, le nostre abilità, i nostri valori. Il leader di successo ha quasi sempre un’aura particolare e quell’indescrivibile fattore X.  Irradia una ferma autorevolezza o un indiscutibile potere. La sua postura, gestualità al pari del suo aspetto, conferiscono una presenza di forte impatto. Il leader ama essere al centro dell'attenzione ed è a proprio agio facendolo. E’ consapevole dei messaggi subliminali della comunicazione non verbale, del linguaggio del corpo e dell’aspetto e usa questi mezzi efficacemente. 
Si veste con la consapevolezza che la sua immagine riflette la sua personalità e professionalità.
“Ciò che sei parla talmente forte che non sento ciò che dici” Ralph Waldo Emerson

Il corpo"parla" attraverso molteplici gesti simultanei ed esprime i veri pensieri della persona. Interpretando un solo gesto, potresti ricevere un messaggio parziale o sbagliato. Se comprendi il linguaggio del corpo e lo parli con scioltezza, puoi usarlo a tuo vantaggio.

Il linguaggio del corpo ti permette di apparire deciso, sicuro; ti aiuta a persuadere, influenzare, mettere gli interlocutori a proprio agio creando un senso di fiducia nelle trattative di lavoro. E’ utile essere consapevoli del proprio linguaggio del corpo per imparare a gestirlo nella sua espressione più naturale, senza doverlo condizionare.

In ogni discorso pubblico o presentazione, esso deve rafforzare il tuo messaggio, sostenere ciò che dicono le tue parole, armonizzare con il messaggio che stai comunicando senza distogliere o deviare l'attenzione da esso. Se il linguaggio del corpo e il messaggio che comunichi sono in contraddizione tra loro, la tua presentazione sarà del tutto inefficace.

Impara ad essere consapevole dei tuoi gesti, delle tue espressioni facciali, della tua postura e del tuo portamento, a notare come muovi le mani mentre parli o mentre ascolti i tuoi interlocutori. Per comunicare con efficacia, il linguaggio del corpo, l’ immagine e il messaggio che trasmetti devono essere in totale armonia fra loro.

  • Impara come il linguaggio del corpo rafforza il tuo messaggio
  • Impara ad essere consapevole dei tuoi gesti e delle tue espressioni facciali
  • Portamento, compostezza e postura
  • Comunicazione di successo
  • Rapport efficace-tramite la comunicazione non verbale
  • Tecniche utili per allineare i tuoi punti di forza con la tua comunicazione visiva
  • Impara a capire se il tuo interlocutore è consapevole del proprio linguaggio del corpo
  • Impara a leggere i segnali positivi e negativi del linguaggio del corpo
  • Impara gli step per migliorare il tuo linguaggio del corpo
  • Impara ad influenzare il linguaggio del corpo del tuo interlocutore a tuo vantaggio
  • Capire e padroneggiare l'arte del linguaggio del corpo positivo
  • Pregi e difetti: contatto visivo, espressioni facciali, strette di mano, gestualità positiva
  • Il potere della tua immagine. Comunicazione non verbale
  • Capire il tuo pubblico ed ottenere le informazioni di cui hai bisogno
  • Impara a muoverti con disinvoltura e sicurezza. Camminare, stare seduto, entrare in una stanza
  • Come distinguersi e conformarsi allo stesso tempo
Nell'odierno contesto aziendale gli affari si tengono sempre più spesso fuori dagli uffici: le trattative commerciali, le scelte di potenziali candidati da assumere e le promozioni, spesso avvengono durante un pranzo o una cena, un incontro a colazione, banchetti ufficiali e cocktail party.

Un'azienda non può correre il rischio di mettere un contratto multimilionario nelle mani di una persona che potrebbe mandare a monte un affare importante a causa di gaffes nella performance conviviale. I modi a tavola possono influenzare l'esito di un affare.

Temi che i dipendenti della tua azienda non conoscano le norme del galateo a tavola? Hai mai esitato prima di scegliere quale forchetta usare ad una cena formale di lavoro? Se impari le regole dell’ etiquette a tavola puoi focalizzare l’attenzione sui tuoi clienti e sulle trattative invece che sulla forchetta da usare. Le buone maniere a tavola sono importanti quanto ogni altra abilità tecnica e ti permettono di differenziarti da una persona altrettanto qualificata.

Che tua sia l’oste o l’invitato, se ad un pranzo o ad una cena di lavoro sai come comportarti con stile e raffinatezza utilizzando impeccabili maniere a tavola, puoi creare un’ aura professionale di grande effetto, oppure fare una pessima impressione mettendo a disagio sia te stesso che gli altri convitati.

l programmI RFCI sull'etiquette a tavola ti forniranno gli strumenti necessari per affrontare con nonchalance un pranzo o una cena di lavoro. Essi prevedono una parte teorica ed una parte dedicata ad esercitazioni e applicazione pratica delle nozioni. Includono un pasto guidato, pranzo o cena, per approfondire l'esperienza educativa. Sfruttano supporti tattili e audio-visivi, utilizzando metodi di interazione per il massimo apprendimento.

  • Protocollo di un invito formale
  • I doveri dell'ospite e dell'invitato
  • Scegliere il ristorante appropriato
  • Etiquette a tavola: i 5 errori più comuni
  • Disposizione dei posti a tavola
  • Cinque tipi di pasti di lavoro
  • L'uso del tovagliolo secondo il Galateo
  • Disposizione dei posti, la tavola
  • Brindisi, sei sotto i riflettori
  • Postura e atteggiamento a tavola
  • Convenevoli appropriati
  • Come ci si allontana da tavola
  • Conoscenza delle posate
  • Ordinare e mangiare piatti elaborati
  • Scegliere il vino
  • Porgere il cibo
  • Stili di cucina (Italiana, Continentale, Americana, Asiatica)
  • Buone maniere a tavola
  • Bere
  • Fumare
  • Servire il cibo
  • Come Mangiare il pane, la minestra, l’insalata, il dessert
  • Discutere di affari durante il pasto
  • Pagare il conto e la mancia. Linee guida su come dare la mancia
  • Conclusione del pasto
Con la globalizzazione il mondo si è ristretto. La comunicazione digitale e le video conferenze hanno accorciato le distanze. Le aziende e i loro dipendenti conducono affari internazionali e interagiscono con clienti o colleghi dalle tradizioni e consuetudini sconosciute. La conoscenza dell’ etiquette sul protocollo non viene più richiesta soltanto alla comunità diplomatica, ma a qualsiasi professionista che si occupi di affari e scambi internazionali.

Ogni paese ha proprie regole d'etiquette, molte delle quali non scritte. Quando due o più culture diverse si incontrano, è facile che vengano commessi errori d'etiquette con ripercussioni negative sui rapporti d’affari. Conoscere l’etiquette internazionale ti permette di mostrare deferenza verso altre persone e di rispettare determinate regole di interazione affinché la comunicazione e le trattative procedano senza difficoltà.

Il seminario RFCI “Etiquette e Affari Internazionali" insegnerà a te e al team della tua azienda a condurre abilmente affari internazionali, a capire le differenze tra culture europee ed extraeuropee nell’ambito professionale; gli stili idonei di comunicazione, la gestualità e il linguaggio del corpo; l’etiquette degli incontri di lavoro e di intrattenimento; ti assisterà nei rapporti d'affari all’interno di team interculturali.

Un fatto non trascurabile è la conoscenza delle tradizioni sullo scambio di doni, le regole e i protocolli nelle diverse nazioni. In alcune circostanze i doni sono d'obbligo, in altri casi invece sono considerati come tentativo di corruzione oppure sono vietati dalle regole aziendali.RFCI offre valide informazioni sulle tradizioni relative allo scambio di doni in diverse nazioni e informazioni sulle regole dell’etiquette di culture differenti in diverse parti del mondo su argomenti quali:

  • Abbigliamento professionale
  • Vestiario
  • Linguaggio del corpo
  • Comunicazione non verbale
  • Scambio di doni
  • Galateo a tavola
Durante un colloquio viene valutata l’esperienza professionale del candidato, ma incidono sull’assunzione anche la sua immagine e la comunicazione non verbale: la stretta di mano, lo sguardo, il linguaggio del corpo, la postura, la capacitaꞌ di ascolto, il vestiario, lꞌigiene personale e gli accessori indossati.

Persino con un Curriculum ricco di esperienze professionali ed una estesa lista di referenze, nel corso di un colloquio, giudizi inizialmente positivi possono essere trasformati in giudizi negativi. I datori di lavoro che i candidati prendono una decisione sulla base di un'unica occasione di interazione durante il colloquio e informazioni limitate. Perciò ogni dettaglio è sotto scrutinio, risulta ingigantito e in quel momento rappresenta la persona.

Anche il candidato può scegliere fra più di un’ azienda. Spesso un’azienda si “lasci scappare” il soggetto più adatto a causa dell’immagine inadeguata del selezionatore. Se sei il datore di lavoro che deve reclutare o se invece sei il candidato, è necessario tenere presente che il tuo aspetto, la tua immagine, i messaggi subliminali hanno un enorme impatto sull'esito del colloquio e sul tipo di impressione che susciti.

Presentarsi al colloquio con un abbigliamento idoneo allo stile dell'azienda, permette all’intervistatore di immaginare il candidato nella veste di dipendente dell’azienda.
E’ necessario che il tuo look da colloquio non sia troppo appariscente, ma sobrio e raffinato, che metta in risalto, rifletta le tue competenze, affinché  l'attenzione sia focalizzata su di te.
RFCI aiuta anche i neo-laureati a comprendere il valore della propria immagine e della comunicazione non verbale in sede di colloquio.

  • Abbigliamento: regole di base
  • Abbigliamento convenzionale
  • Stile casual o creativo
  • Igiene personale
  • Ingresso al colloquio
  • Impatto visivo e linguaggio del corpo
  • Messaggi e segnali negativi꞉ mancanza di autostima, entusiasmo, aspetto trascurato
  • Espressioni facciali, postura, livelli di energia e gesticolazione
  • Fattori che favoriscono o compromettono l'assunzione
  • Trasmettere fiducia, sicurezza e credibilità attraverso lꞌaspetto e il linguaggio del corpo
  • Messaggio subliminale dei colori
  • Il look giusto del colloquio di lavoro per la posizione e azienda presso la quale ci si candida
  • Linguaggio del corpo positivo durante il colloquio
  • Leggere ed interpretare il linguaggio del corpo dellꞌintervistatore
  • Massima resa della performance durante il colloquio